STORCI & PASTIFICIO GENTILE: ARTIGIANALITA' AL SERVIZIO DELLA PASTA
 

Gentile

 

Vi proponiamo l'interessante intervista che Alberto Zampino ci ha rilasciato per lo Storcicom XII. Una panoramica di come è nato il pastificio, come si sono evoluti i rapporti con Storci fino ai progetti per il futuro dell'azienda di Gragnano. Nelle immagini in basso, Natale Zampino e Pasquale Zampino al lavoro nel Pastificio.

 

Natale ZampinoCi raccontate la storia del vostro pastificio? La storia della nostra azienda inizia negli anni ’80 in Via Pasquale Nastro a Gragnano, città conosciuta in tutto il mondo per la produzione della pasta. Nostro padre, Natale Zampino, decise di rilevare un piccolo pastificio che produceva solo fusilli lavorati a mano, un formato che negli anni è diventato segno distintivo del Pastificio Gentile. All’epoca è stato difficile lavorare seguendo una produzione esclusivamente artigianale, prediligendo il Metodo Cirillo con la sua lenta essiccazione; Natale, però, sapeva che tutti gli sforzi iniziali per avviare l’azienda rispettando la piena tradizione del passato, sarebbero stati ripagati e apprezzati.

Quanto incide sul vostro prodotto l’artigianalità e quanto la scelta della materia prima utilizzata per realizzarlo?

La scelta della materia prima e l’artigianalità della produzione sono due aspetti importantissimi ai quali deve essere dato il medesimo valore: la lenta essiccazione non sarebbe possibile senza un impasto preparato con la migliore materia prima.

Pasquale ZampinoPerché avete scelto Storci e quali sono le caratteristiche che vi hanno colpito di più?

Dopo aver valutato e analizzato quale azienda scegliere, siamo stati tutti concordi nel far ricadere la preferenza su Storci, perché in grado di riuscire a coniugare l’avanguardia delle tecnologie all’artigianalità. I pastai Natale e Pasquale hanno ritrovato in Storci la professionalità che cercavano, ne sono la dimostrazione le presse utilizzate in produzione, personalizzate ascoltando necessità e richieste della nostra azienda. Infine non dimentichiamo il consolidato rapporto di amicizia tra la nostra famiglia e gli Storci.

Quali sono i vostri progetti per il futuro e quanto Storci vi potrà aiutare?

In futuro vogliamo continuare a produrre ponendo al centro la qualità, ricercando l’eccellenza del prodotto, fiduciosi nel fatto che anche Storci riuscirà a proporci tecnologie in grado di esaltare la pasta in ogni suo aspetto, proprio come ha fatto finora.

 

 

 

Hai domande?